Inizio del governo di Joe Biden darà seguito all’agenda commerciale Brasile- Stati Uniti

Brasilia – La Confederazione Nazionale dell’Industria (CNI) stima che l’inizio del governo democratico di Joe Biden negli Stati Uniti consentirà la continuità dell’agenda degli accordi bilaterali con gli Stati Uniti per preparare l’uomo d’affari brasiliano al libero scambio.

Il presidente del CNI Robson Braga de Andrade afferma che l’industria brasiliana ha una storia di buoni rapporti con i governi democratici e che il momento attuale rappresenta una convergenza nello scenario economico dei due paesi, che hanno valori e interessi reciproci.

Durante il mandato dell’ex presidente Barack Obama, di cui Joe Biden era deputato, Brasile e Stati Uniti hanno avanzato importanti programmi comuni, con la firma degli accordi Open Skies, previdenza sociale e cooperazione economica e commerciale. Ora, il settore privato ha grandi aspettative per l’inizio dei negoziati sugli accordi bilaterali con gli Stati Uniti. L’industria nazionale, attraverso il Brasile-States Business Council, difende un ampio programma di lavoro con questo partner commerciale.

Tra le priorità ci sono gli accordi per evitare la doppia imposizione e gli investimenti. L’industria sostiene anche un dialogo per rimuovere gli ostacoli al commercio e agli investimenti tra i due paesi. Allo stesso tempo, funziona seguendo una tabella di marcia delle azioni per preparare i negoziati su un accordo di libero scambio. Un’altra priorità è l’attuazione delle buone pratiche normative e degli accordi di facilitazione degli scambi firmati lo scorso anno.

“Ci auguriamo che questa agenda venga accelerata nei prossimi anni”, afferma Robson Braga de Andrade.

CNI ritiene che i programmi di ripresa economica e di riduzione delle emissioni di carbonio, presentati durante la campagna elettorale da Joe Biden, se attuati, possano fornire un’opportunità per il ritorno a una crescita sostenuta del PIL negli Stati Uniti. Per CNI, questo fattore sarà molto vantaggioso per l’industria brasiliana, perché gli Stati Uniti sono la principale destinazione delle esportazioni brasiliane di prodotti industrializzati, rappresentando il 24% del totale spedito.

I due programmi presentati da Biden nella campagna creano anche un’ulteriore opportunità di cooperazione bilaterale tra i due paesi perché il Brasile, come gli Stati Uniti, è una potenza ambientale e l’industria brasiliana ha un’agenda coerente nel campo dello sviluppo sostenibile, in particolare in Amazzonia.

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − undici =