Il Brasile ricostruirà il suo inserimento nel mondo, dice Mauro Vieira rilevando il Ministero degli Affari Esteri (Itamaraty)

Alla cerimonia di consegna, a Brasilia, il ministro ha evidenziato che il mondo sta attraversando una crisi di governance globale, aggravata dall'emergenza climatica

Il Brasile ricostruirà il suo inserimento nel mondo, dice Mauro Vieira rilevando il MRE (Ministero degli Affari Esteri)

Durante la cerimonia il Ministro sottolinea l’intenso lavoro che dovrà essere svolto affinché il Paese torni ad occupare il suo ruolo di primo piano nel mondo – Foto: MRE

Il Ministro degli Affari Esteri, Ambasciatore Mauro Vieira, ha evidenziato questo lunedì (02/01), durante la cerimonia di trasferimento d’ufficio, presso il Palazzo Itamaraty, l’intenso lavoro che dovrà essere svolto affinché il Paese torni ad occupare il posto di protagonista nel mondo.

“Il Brasile ha molto da fare per ricostruire il proprio reinserimento nel mondo e nella propria regione. Non abbiamo tempo da perdere in questo lavoro, che appartiene a tutti i brasiliani, a tutte le potenze, all’intero governo, ma molto di più, soprattutto, a Itamaraty sotto la guida esperta del presidente Lula”, ha affermato il ministro.

Mauro Vieira ha iniziato il suo intervento esprimendo gratitudine per essere stato nominato alla carica. “Le mie prime parole sono di gratitudine al Presidente della Repubblica per la fiducia riposta in me”. Oltre al Presidente della Repubblica, gli ex ministri Celso Amorim e Renato Archer sono stati omaggiati dall’ambasciatore, che ha dichiarato profonda ammirazione per i due personaggi. Anche l’ex presidente Dilma Rousseff era nella lista dei premiati.

Ora accetto la sfida di tornare in questo luogo e in questi compiti, consapevole che in Brasile e nel mondo sono avvenuti importanti cambiamenti negli oltre sei anni e mezzo da quando sono partito”.

Emergenza climatica

Vieira ha dichiarato che il mondo sta attualmente vivendo una “crisi di governance globale senza precedenti” a causa di conflitti attivi. Secondo il ministro “la situazione è aggravata dall’emergenza climatica, che mette in pericolo il futuro del pianeta”. Con tali sfide, il lavoro deve essere diligente, contando sul solido impegno dell’Itamaraty, spiega.

Per l’ambasciatore i tre pilastri fondamentali per la gestione pubblica saranno economico, sociale e ambientale. Vieira ha sottolineato che la protezione del clima e lo sviluppo di azioni sempre più sostenibili hanno guidato il suo lavoro con il ministero.

Vieira ha anche annunciato che il Brasile continuerà ad essere un Paese ancorato all’agrobusiness, la cui intenzione è quella di ampliare gli accordi per l’esportazione di cibo, rifornendo la filiera internazionale.

Per quanto riguarda i rapporti con il Sud America, il ministro ha affermato che il rafforzamento dei legami del Brasile con il Mercosur è una situazione di primaria importanza nella sua amministrazione. Il rafforzamento delle relazioni con Argentina, Uruguay e Paraguay sarà una priorità per Itamaraty.

Profilo del Ministro

Nato a Niterói (RJ), Mauro Vieira si è laureato in Giurisprudenza, presso l’Universidade Federal Fluminense (1973), e in Diplomazia, presso l’Instituto Rio Branco (1974), oltre al dottorato honoris causa in Lettere, presso la Georgetown University, a Washington DC (2014 ). Presso il Ministero degli Affari Esteri, l’Ambasciatore Vieira ha agito in qualità di coordinatore degli Atti Internazionali; Consigliere del Segretario Generale; consigliere del Ministro degli Affari Esteri; Capo di Gabinetto al Segretario Generale; e Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri.

L’Ambasciatore Vieira ha lavorato anche presso il Ministero della Scienza e della Tecnologia, come Vice Segretario Generale della Scienza e della Tecnologia; e presso il Ministero della Previdenza e dell’Assistenza Sociale, in qualità di Segretario Nazionale di Amministrazione dell’Istituto di Previdenza Sociale. All’estero è stato Secondo Segretario dell’Ambasciata del Brasile a Washington D.C. (1978-1982); nella Missione Permanente del Brasile presso l’Associazione Latinoamericana di Integrazione (ALADI), a Montevideo (1982-1985), come Primo Segretario; presso l’Ambasciata del Brasile a Città del Messico (1990-1992), in qualità di Consigliere; e presso l’Ambasciata del Brasile a Parigi (1995-1999), come Ministro Consigliere.

L’attuale ministro è stato ambasciatore del Brasile in Argentina (2004-2010); negli Stati Uniti d’America (2010-2015); e Rappresentante Permanente presso le Nazioni Unite a New York (2016-2020). È stato Ministro degli Affari Esteri del Brasile, tra il 2015 e il 2016. È stato Ambasciatore del Brasile in Croazia dal febbraio 2020, fino a quando è stato nominato dal Presidente Luiz Inácio Lula da Silva per ricoprire, dal 1° gennaio 2023, il ruolo di Ministro della Affari esteri del Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

7 + quattordici =