Brasile; PIL sistematicamente al di sopra delle previsioni suggerisce un maggiore potenziale di crescita

Nota del Segretariato per la politica economica valuta il cambiamento nel trend di crescita dell’economia brasiliana

Pubblicato il 09/11/2022 09:31

Negli ultimi tre anni, la crescita dell’attività economica brasiliana ha superato le stime di mercato rispetto a quelli del governo stesso. Sulla base di questa constatazione, la Segreteria di Politica Economica del Ministero dell’Economia (SPE/ME) indaga su una serie di indicazioni che vi sia un cambiamento nel trend di crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL) non ancora pienamente catturato dai modelli di previsione del mercato.

Secondo la ‘Nota informativa – Fondamenti per una maggiore crescita economica’, i modelli di proiezione tendono a incorporare, con grande ritardo, questi cambiamenti strutturali che compaiono in alcuni vettori, oltre agli errori di proiezione, come l’aumento del tasso di investimento, il maggiore dei beni strumentali nelle importazioni, la riallocazione dell’occupazione, sia aumentando la quota di occupazione formale, sia con il maggior contributo di settori come l’informatica ei servizi tecnico-professionali, che hanno una maggiore produttività.

Partendo da errori di proiezione, la SPE valuta che sia possibile che una differenza maggiore di due deviazioni standard del valore realizzato e della mediana proiettata dal mercato, per tre anni consecutivi, indichi un cambiamento nel trend di crescita, come indicato negli articoli accademici .

Per illustrare questa differenza record tra PIL previsto ed effettivo, la SPE ricorda che, a marzo 2022, la proiezione mediana di crescita per l’anno catturata dal bollettino Focus, della Banca Centrale, era solo dello 0,3%, contro la previsione di 1,5 % della SPE. Ora la mediana del mercato è del 2,76%, già al di sopra del 2,7% stimato dalla Segreteria.

Secondo la SPE, questi stessi fondamentali per la crescita avvenuta negli ultimi anni saranno presenti nel 2023, e questo dato serve anche come base per la previsione di crescita sopra la mediana di mercato di solo 0,7%.

La differenza suscita discussioni nel mercato e nel mondo accademico e, per contribuire al dibattito, la SPE ha presentato un calcolo che mostra che il range di crescita per il prossimo anno è compreso tra l’1,4% e il 2,9%, considerando le statistiche di carico, lo storico modello di crescita e la crescita più forte nel primo semestre, come è avvenuto negli ultimi anni.

Il primo argomento per stimare la crescita del PIL al di sopra delle attuali stime di mercato si basa sui recenti tassi di crescita annualizzati”, afferma il documento. Negli ultimi quattro trimestri, la crescita annualizzata del PIL è stata del 3,2%, la più alta osservata da settembre 2013, ad eccezione dei periodi di ripresa economica. Se si considerano gli ultimi tre trimestri, il tasso di crescita annualizzato è stato del 4,2%, il più alto da dicembre 2012, esclusi i periodi di recupero. I dati recenti non indicano una crescita debole per il 2023. Crescita di

lungo periodo

La nota evidenzia l’effetto degli investimenti sulla crescita tendenziale, periodo di transizione verso un nuovo stato stazionario: “L’aumento del tasso di investimento e la maggiore quota di importazioni di beni il capitale come risultato del PIL tende ad aumentare la crescita brasiliana”.

Il tasso di investimento dell’economia brasiliana è cresciuto costantemente negli ultimi anni e ha raggiunto il 18,7% in proporzione al PIL nel secondo trimestre del 2022.

Secondo la SPE, la crescita a lungo termine non è influenzata dall’aumento del tasso di investimento. Tuttavia, l’aumento di questo indicatore fornisce una crescita maggiore nel periodo di transizione verso il livello più alto di produzione per lavoratore.

Le stime effettuate nello studio mostrano che un aumento degli investimenti dal 14% al 18% aumenta la crescita del PIL di 0,7 punti percentuali nel periodo di transizione, in tutti gli scenari di crescita della produttività totale dei fattori (TFP), che variava tra -1,5% e 1,5 %. Inoltre, è possibile verificare che, se il tasso di investimento in relazione al PIL è compreso tra il 18% e il 20% e la crescita della TFP è dello 0,0%, l’aumento del PIL sarà compreso tra il 2,0% e il 2,4%. Stimando una TFP dello 0,5%, la crescita del PIL è compresa tra il 2,6% e il 2,9%.

Inoltre, c’è una nuova stima degli investimenti attesi tramite partnership e concessioni per il 2023, con l’aggiunta di circa R$ 82 miliardi, che rappresenta un aumento di circa il 10% rispetto alla stima per il 2022.

Investment Partnerships (PPI) dovrebbe essere preso in considerazione anche nel volume di investimento attuale. Nel PPI, la stima è che la contrazione degli investimenti (dal 2019 al 2022) nei settori delle infrastrutture sarà dell’ordine di R$ 1,3 trilioni, considerando i valori da eseguire durante tutto il periodo di analisi. La nota SPE evidenzia, in questo contesto, la partecipazione del volume delle importazioni brasiliane di beni strumentali in rapporto al PIL, che è cresciuto ed è attualmente al massimo storico della serie.

Mercato del lavoro

Il mercato del lavoro è un altro aspetto da osservare con attenzione nelle stime di crescita per il 2023, in quanto prosegue su un percorso di ripresa. Secondo i dati del Continuous National Household Sample Survey (PNAD), il tasso di disoccupazione è sceso all’8,5% nell’agosto 2022, con un calo di 4,2 punti percentuali su base annua. La popolazione occupata, nelle serie mensili e destagionalizzate dell’Istituto di Ricerca Economica Applicata (Ipea), ha raggiunto ad agosto 2022 circa 99,9 milioni di persone, registrando un livello superiore al periodo precedente la pandemia.

La riallocazione dell’occupazione – sia aumentando la quota del lavoro formale a scapito del lavoro informale, il cui prodotto per lavoratore è inferiore, sia con il maggior contributo dei settori nei servizi a maggiore produttività per lavoratore (servizi informatici e tecnico-professionali servizi) – indica un miglioramento del trend di crescita.

https://www.gov.br/economia/pt-br/assuntos/noticias/2022/novembro/pib-sistematicamente-acima-das-previsoes-sugere-maior-potencial-de-crescimento

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

undici + 4 =