Ferdinando Fiore – Intervento direttore ITA ( Italian Trade Agency) al webinar sul mercato della cosmetica in Brasile.

Per investire in Brasile bisogna avere un’attività di marketing spinta, perché a farla da padrona sono i prodotti francesi, l’Italia essendo all’undicesimo posto per l’esportazione in generale di prodotti cosmetici. L’Italia può contare sul fattore Made in Italy, essendo considerato un prodotto di estrema qualità e sostenibile.

Italian Trade Agency è l’agenzia del governo italiano preposta all’internazionalizzazione delle imprese italiane; ha la propria sede centrale a Roma, un Ufficio a Milano ed è presente in 66 paesi con 78 Uffici. Con questa struttura così diversificata, ICE-Agenzia garantisce un sostegno globale alle aziende che vogliono internazionalizzarsi sui mercati esteri. Propone dei servizi sia gratuiti che a pagamento che spaziano da informazioni di primo orientamento su un singolo mercato a servizi ad alto valore aggiunto più personalizzati e specifici. ICE-Agenzia promuove anche l’attrazione degli investimenti esteri in Italia, favorendo opportunità di investimento in tutti i settori e supportando gli investitori esteri per tutto il ciclo dell’investimento che viene fatto in Italia. Dall’aprile 2020 è stato adottato un nuovo catalogo di servizi di assistenza, che comprende ben 20 categorie di servizi gratuiti per favorire la conoscenza e l’approccio delle aziende italiane ai mercati esteri. Oltre ai 20 servizi gratuiti si uniscono altri 8 servizi a pagamento, tra cui le informazioni riservate su un’azienda estera, l’organizzazione di business tour in Italia e altri servizi di consulenza avanzata. Per agevolare le PMI nell’attuale momento di crisi, tre servizi: ricerca di partner esteri – ricerca di un investitore estero e utilizzo di strutture ICE all’estero – sono gratuiti per le aziende che hanno meno di 100 dipendenti.

ICE-Agenzia dedica una sostanziosa parte delle risorse all’organizzazione di eventi, sia in Italia che all’estero, attraverso il piano promozionale realizzato con fondi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che e’ anche il Ministero vigilante sull’attività dell’ICE-Agenzia.  ICE-Agenzia ha elaborato recentemente nuovi piani strategici, promuovendo in particolare il partenariato con la grande distribuzione organizzata (GDO), dando impulso all’e-commerce e, da ultimo, supporto di consulenza alle imprese per l’adozione della tecnologia Blockchain.

ICE-Agenzia progetta e organizza master e corsi di formazione, stage e tirocini, programmi con borse di studio e collabora con le principali università italiane, le camere di commercio ed altri enti. In particolare, si è specializzata nella formazione di figure specifiche che possono aiutare l’impresa anche nel mondo digitale.

ICE-Agenzia ha realizzato una piattaforma online chiamata “Fiera Smart 365” che è una vera e propria vetrina virtuale per le aziende italiane per l’organizzazione di incontri B2B da remoto con controparti estere nel corso dell’intero anno.

Il Brasile è il quarto consumatore di prodotti cosmetici al livello mondiale ed è il terzo paese per il lancio annuale di nuovi prodotti e rappresenta la metà del mercato di tutta l’America Latina.

In Brasile operano dei gruppi molto importanti come NATURA e BOTICARIO e più di tremila imprese attive nel settore della cosmetica. Il Brasile, pur essendo produttore, importa anche questo tipo di prodotti: nel 2021 ha importato prodotti per la profumeria e preparazioni cosmetiche per un valore pari a circa a 668 milioni di dollari, gli USA sono il primo fornitore seguiti dalla Francia e dalla Spagna, l’Italia si colloca all’undicesima posizione, in leggera ripresa rispetto al 2020. Durante la pandemia c’è stata una esplosione dell’E-commerce che ha avuto una crescita esponenziale data dal fatto che in lockdown tutti i negozi erano chiusi e solo le farmacie e le parafarmacie potevano vendere questi prodotti; pertanto, importanti dettaglianti multibrand hanno registrato un incremento significativo nelle vendite online. La maggior parte dei prodotti cosmetici viene importata dalla Francia, ma a causa dell’inflazione i prodotti di alta gamma sono cari e alla portata solo di una fascia alta di consumatori. Molti brand stanno investendo anche nella vendita da remoto, via social media e whatsapp. Il consumatore brasiliano è molto più attento alla sostenibilità del prodotto ed è molto più attratto da prodotti da utilizzare a lungo termine rispetto a quelli che propongono un risultato immediato. In sintesi, il benessere, la salute e la qualità della vita hanno acquisito una priorità rispetto all’aspetto esteriore. 

Il problema principale dell’introduzione in Brasile di prodotti stranieri d’importazione rimane un sistema fiscale molto complesso. Occorre pertanto investire in marketing e pubblicità, nonché pensare a forme di collaborazione con aziende in loco. 

Riassunto di Giorgio Minni  – European School of Economics Milano

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici + 9 =