Webinar “Nè Negazionismo Nè Apocalisse; la vocazione del Brasile come potenza ambientale” del 21 gennaio 2022

Il tema ambientale, lo sappiamo, è un tema ormai caldissimo.  La questione del cambiamento climatico è assolutamente centrale nel dibattito di molti paesi, tuttavia sconta, un po per le modalità in cui l’informazione o la comunicazione viene veicolata a livello planetario, spesso un meccanismo di semplificazione e di conformismo del dibattito, che tende a nascondere la complessità del problema. Sia a livello di ogni singolo paese che a livello delle macro aree.

Se è già difficile descrivere e raccontare un paese in azione importante ma tutto sommato piccolo come l’Italia, o come gli altri paesi europei, questa complessità e difficoltà viene aumentata nel momento in cui bisogna raccontare un paese, a noi comunque molto vicino culturalmente ma molto lontano geograficamente, come il Brasile.  Soprattutto, ricordiamolo, un paese il Brasile con un’estensione territoriale che è il doppio di quella Europea. 

Dopodiché è evidente che oltre a questo passaggio, ci sia, diciamo, un “vento” che è quello della narrazione politica internazionale, e sostanzialmente degli interessi delle politiche dei singoli paesi. 

Credo che in questo contesto la posizione del Brasile soprattutto da questo versante dell’europa stia scontando questo tipo di conflittualità, perché quello che esce dal racconto del sistema paese Brasile, in Europa e soprattutto in Italia è una versione molto semplificata e anche abbastanza distante dalla realtà.

Alessandro Galimberti

Si ringrazia per la realizzazione di questo webinar, il Consolato Generale del Brasile a Milano, La Fondazione Getulio Vargas i relatori ed il moderatore dell’evento. 

Le opinioni espresse durante l’evento sono personali dei relatori e non necessariamente rispecchiano la posizione ufficiale degli organizzatori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + uno =