Più di 24 milioni di tonnellate di gas serra sono state evitate con l’uso di biocarburanti nel 2021

Il bilancio del 2021 ha mostrato che RenovaBio ha spostato 1,17 miliardi di BRL nel 2021

L’Agenzia nazionale per il petrolio, il gas naturale e Biocarburanti (ANP) ha pubblicato il bilancio 2021 della Politica nazionale sui biocarburanti (RenovaBio). Secondo la pubblicazione, dei 142 distributori di carburante, 118 hanno raggiunto pienamente, ovvero oltre l’85%, gli obiettivi stabiliti – la normativa consente la prova del restante 15% l’anno successivo. Secondo il bilancio, su un totale di 34,8 milioni di crediti di decarbonizzazione (CBIO) emessi, compreso il titolo 2019, ne sono stati scambiati 29,8 milioni, di cui 24,4 milioni ritirati dai distributori. Tale valore corrisponde al 96,8% del totale degli obiettivi individuali assegnati dall’ANP e al 98,2% dell’obiettivo globale stabilito dal Consiglio nazionale per le politiche energetiche (CNPE).

Ogni CBIO equivale a una tonnellata di CO2. Ciò significa che i distributori hanno evitato l’emissione di 24,4 milioni di tonnellate di gas serra con l’uso di biocarburanti. Il CBIO è stato scambiato al prezzo di BRL 39,31 e ha spostato BRL 1,17 miliardi nel 2021. Istituito dalla legge n. 13.576/2019, RenovaBio mira a promuovere l’espansione della produzione e dell’uso di biocarburanti nella matrice energetica al fine di ridurre il carbonio medio intensità della matrice del combustibile e contribuiscono alla riduzione delle emissioni di gas serra (GHG).

Prossimi anni

Coordinato dal Ministero delle Miniere e dell’Energia (MME), il Comitato RenovaBio è l’organo di governo del programma ed è incaricato di formulare, annualmente, gli obiettivi di riduzione dei gas serra per raccomandarne l’approvazione al CNPE.

Come impegno volontario assunto dal Brasile nel dialogo ad alto livello delle Nazioni Unite (ONU), la risoluzione CNPE n. 17/2021 ha stabilito l’obiettivo globale per il 2022, nonché il centro dell’obiettivo con intervalli di tolleranza per il periodo 2023-2031 . Entro il 2030 sarà promossa la riduzione dell’intensità media di carbonio della matrice del combustibile del 10%, inoltre sil’emissione di oltre 620 milioni di tonnellate di GHG:

Eviterà La  MME ribadisce il target di 35.976.348 CBIO per il 2022 , che sarà successivamente distribuito ai distributori di carburante dall’ANP. Inoltre, il Comitato RenovaBio deve monitorare il mercato di quest’anno e fissare l’obiettivo 2023. Gli obiettivi 2024-2032 devono ancora essere stabiliti, secondo il calendario seguente:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − otto =