La bilancia commerciale nel settore HPPC registra un avanzo di 23,4 milioni di dollari nel 2020, dopo un decennio di deficit

Saponi, prodotti per capelli e deodoranti sono stati gli articoli più esportati nel periodo, dato che rafforzano il potenziale del brasiliano negli affari.

Anche di fronte a un contesto economico sfavorevole nel 2020 e alle innumerevoli sfide derivanti dal COVID-19, la bilancia commerciale del settore brasiliano della cura della persona, della profumeria e dei cosmetici ha registrato un surplus di 23,4 milioni di dollari nel 2020, invertendo il deficit registrato nel 2019 , di US $ – 105,9 milioni. I dati sono stati diffusi dal ministero dell’Economia.

Secondo ABIHPEC – Associazione brasiliana dell’industria dell’igiene personale, della profumeria e dei cosmetici, la bilancia commerciale positiva – dopo 10 anni di deficit – è il risultato di un volume di US $ 609,3 milioni di esportazioni, con un aumento dell’1,9% rispetto l’anno precedente. Le destinazioni ammontano a 174 paesi.

In considerazione del dollaro elevato e della pandemia che colpisce le importazioni – su scala più ampia delle esportazioni -, il settore HPPC ha importato 585,9 milioni di dollari nel cumulato del 2020, registrando un calo del 16,8% rispetto al 2019.

Tuttavia, i dati dell’ultimo decennio indicano che il settore continua ad importare una serie di prodotti, il che mostra che il risultato in eccedenza della bilancia commerciale 2020, non è esattamente un trend che sarà confermato per i prossimi opportunità per la produzione nazionale e l’approvvigionamento della popolazione, con articoli prodotti localmente.

Una tale constatazione sul potenziale di sviluppo e promozione della produzione nazionale, richiede sicuramente attenzione e misure per superare ostacoli e strozzature legate al Costo del Brasile, affinché gli investimenti possano poi diventare economicamente sostenibili nel Paese, con conseguente espansione della generazione di posti di lavoro, fornitore sviluppo e un maggiore accesso della popolazione a questi prodotti.

Pertanto, a metà della settimana in cui si celebra la Giornata del Commercio Estero (28 gennaio), è necessario fare luce sull’esigenza esistente in Brasile, per favorire l’industria nazionale, che certamente, con sforzi congiunti del settore produttivo e pubblico politiche, può fare del Brasile un esportatore di prodotti di igiene personale, profumeria e cosmetici di più espressiva rilevanza internazionale, invertendo definitivamente i risultati di deficit degli ultimi 10 anni della bilancia commerciale del settore.

Un esempio riuscito di questo potenziale è un’iniziativa per l’internazionalizzazione del settore HPPC, che ABIHPEC sta sviluppando da oltre 20 anni, attraverso il progetto del settore Beautycare Brazil, realizzato in partnership con Apex-Brasil (Brazilian Export Promotion Agency) e Investments ). Il progetto mira proprio a promuovere la competitività dell’industria nazionale HPPC e dei suoi correlati nel mondo.

Nel 2020, nonostante le innumerevoli sfide dell’economia globale, le aziende supportate dal progetto hanno ottenuto risultati estremamente positivi, con un totale di 154,3 milioni di US $ di esportazioni, in crescita del 26% rispetto all’anno precedente.

“In tempi così difficili, una delle sfide di ABIHPEC nel 2020 è stata la continua ricerca di azioni di facilitazione del commercio internazionale al fine di rendere il prodotto nazionale più competitivo nel mercato internazionale. Iniziative come questa hanno fornito la promozione continua dei prodotti brasiliani nel mercato globale, oltre a rafforzare la rilevanza del settore installato qui e la generazione di valuta estera ed effetti positivi sulla società. Tuttavia, c’è spazio per la promozione di una maggiore produzione nazionale di articoli che sono ancora importati in grandi volumi e per sbloccare questo potenziale, c’è un urgente bisogno di creare politiche per lo sviluppo e la promozione dell’industria brasiliana “, afferma João Carlos Basilio, presidente esecutivo di ABIHPEC.

Eccedenza di dicembre

A dicembre 2020, il saldo della bilancia commerciale del settore HPPC ha presentato un avanzo di US $ 10,0 milioni, ampliando il saldo determinato a dicembre 2019, che era un avanzo di US $ 6,3 milioni. Nello stesso periodo le esportazioni sono state pari a 54,6 milioni di US $, in aumento del 4,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Le importazioni, invece, sono state pari a 44,6 milioni di US $, registrando un calo del 2,6% rispetto allo stesso mese del 2019.

Come nei mesi precedenti, saponi, prodotti per capelli e deodoranti sono stati gli articoli più esportati a dicembre 2020, con un totale rispettivamente di 12,8 milioni di dollari, 9,7 milioni di dollari e 6,5 milioni di dollari rispetto allo stesso periodo del 2019. Argentina, Messico , Cile, Colombia e Paraguay sono tra i principali paesi di destinazione delle esportazioni brasiliane di HPPC.

Tra gli articoli più importati, le categorie principali erano: creme per la pelle, filtri solari e lozioni abbronzanti (8,5 milioni di dollari); prodotti per l’igiene orale (7,9 milioni di dollari) e fragranze (3,8 milioni di dollari).

________________

Informazioni su ABIHPEC – L’Associazione Brasiliana dell’Industria dell’igiene personale, della profumeria e dei cosmetici (ABIHPEC) è un’entità privata il cui scopo è rappresentare a livello nazionale e internazionale le industrie di questo settore, installate in tutto il paese e di tutte le dimensioni, promuovendo e difendendo legittimi interessi, attraverso azioni e strumenti che contribuiscono al suo sviluppo, cercando di favorire la competitività, la credibilità, l’etica e la continua evoluzione dell’intera filiera produttiva. Ulteriori informazioni: www.abihpec.org.br

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 − 9 =