Legge sulle TIC: il decreto presidenziale facilita gli incentivi alla ricerca, sviluppo e innovazione

La misura pubblicata lunedì (18) è una richiesta del settore produttivo e mira a portare maggiore sicurezza legale e fiscale alle aziende di tecnologia dell’informazione e della comunicazione nel paese

 

Brasilia 19 Gennaio 2021– Il decreto presidenziale n. 10.602, che regola la Legge sulle TIC e prevede la politica industriale per il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (DOU) questo lunedì (18). Il provvedimento, richiesto dal settore produttivo, apporta modifiche al precedente Decreto e mira a portare maggiore sicurezza legale e fiscale per le aziende che beneficiano della Legge. “L’aspettativa è che le modifiche porteranno ancora più certezza giuridica, maggiori dettagli su ciò che è coperto e come è coperto dalla legge, anche in materia di calcolo delle imposte. I cambiamenti consentiranno maggiori investimenti nella formazione del personale, una maggiore promozione della scienza e della tecnologia in questo settore che dà lavoro a migliaia di persone e necessita ancora di più posti di lavoro ”, ha sottolineato il ministro della Scienza, della tecnologia e delle innovazioni, Marcos Pontes. Per il segretario all’imprenditorialità e all’innovazione di MCTI, Paulo Alvim, i cambiamenti portano un nuovo scenario per le aziende del settore che si sono rivelate così rilevanti durante la pandemia. Il segretario ha anche sottolineato che le aziende ICT sono responsabili di un numero significativo di posti di lavoro e hanno una natura trasversale a vantaggio del settore economico nel suo complesso. “Riteniamo che la nuova legge sulle TIC creerà condizioni più favorevoli per l’impresa e gli investimenti in ricerca e sviluppo” ha valutato. Un esempio di modifica è la possibilità che le spese “corrispondenti all’esecuzione di attività svolte fino al 31 marzo dell’anno successivo” siano contabilizzate come investimenti in attività di RD&I nell’anno solare. Un altro cambiamento rilevante per gli incentivi per la produzione di ICT consente che, se un’azienda è presente in più di una località nel paese, può utilizzare regimi diversi, ovvero un’industria può utilizzare il regime di credito incentivante trimestrale, mentre un altro utilizza il sistema annuale. Legge sulle TIC La Legge ICT ha riorganizzato il modello di incentivazione per stimolare gli investimenti privati ​​in Ricerca, Sviluppo e Innovazione (RD&I) da parte delle aziende del settore dell’Information and Communication Technology (ICT). Il Ministero della Scienza, della Tecnologia e delle Innovazioni è responsabile della ricezione delle dichiarazioni di investimento dalle società qualificate per il programma. La nuova legge ha anche incontrato le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), che crea certezza giuridica e non compromette gli accordi internazionali del paese.

https://www.gov.br/mcti/pt-br/acompanhe-o-mcti/noticias/2021/01/lei-de-tics-decreto-presidencial-pretende-facilitar-o-incentivo-a-pesquisa-desenvolvimento-e-inovacao

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sei + diciannove =